Piccola Peste 2018 - Terre di Pietra

Piccola Peste è un Valpolicella classico composto da Corvina, Corvinone, Rondinella e Molinara. Vinificato ed affinato 8 mesI in acciaio e 12 mesi in bottiglia. Valpolicella base dell’azienda dai vigneti più giovani di Marcellise, è un vino semplice ed onesto, scorrevole ed essenziale.


Regione: Veneto.


Vitigno: 50% Corvina, 20%, Corvinone,  20%, Rondinella, 10% Molinara.


Gradazione alcolica: 11,5%.


Affinamento: 8 mesi in vasche di cemento.

Disponibilità: Disponibile

14,90 €

SOCIAL SHARING

Descrizione
Dettagli

Piccola Peste  - Terre di Pietra

Piccola Peste è un Valpolicella classico composto da Corvina, Corvinone,Rondinella e Molinara. Vinificato ed affinato 8 mesI in acciaio e 12 mesi in bottiglia. Valpolicella base dell’azienda dai vigneti più giovani di Marcellise, è un vino semplice ed onesto, scorrevole ed essenziale.

Servizio

Consigliamo di degustarlo ad una temperatura di 16/18 in calici tulipano. Vino da bersi subito ma se lasciato qualche anno in cantina può regalare grandi emozioni.

Abbinamento

Ottimo abbinato a pasta al sugo, carni alla griglia o arrosto, da provare con una zuppe di pesce.

Cantina: Terre di Pietra

Terre di Pietra nasce dalla volontà di Laura che nel 2005, a 25 anni, produce il suo primo vino, aiutata dal marito, Cristiano, e dal suocero, che le lascia un garage per le prime vinificazioni, a Torbe di Negrar. Nel 2010 inizia la costruzione della cantina a Marcellise, da cui esce il primo vino a fermentazione spontanea nel 2011. L’approccio ad una viticoltura il più possibile naturale viene per tradizione e cultura propria, per cui fin dall’inizio non vengono usati prodotti di sintesi. I vigneti si trovano in due diverse zone: a Marcellise, nella zona nuova della Valpolicella, ad est di Verona, in una collina sui 250 metri s.l.m., dove ha sede anche la cantina. E a Torbe di Negrar, nella zona classica della Valpolicella, a nord di Verona, in collina alta, tra i 450 ed i 600 metri s.l.m.. I vitigni piantati sono chiaramente Corvina, Corvinone, Rondinella, Molinara con qualche filare di Croatina, un po’ di Garganega e Marselan: esperimento curioso ed insolito, vitigno francese frutto di un incrocio tra Grenache e Cabernet Sauvignon. Dall’annata 2013 tutti i vini sono a fermentazione spontanea e non vengono usati correttivi chimici se non l’uso della solforosa e le filtrazioni. Il percorso iniziato con Laura prosegue in modo coraggioso e caparbio dal marito Cristiano, aiutato dalle sue due figlie, Anna e Alice, dopo la prematura scomparsa di Laura nel 2017. Cristiano si sta mettendo sempre più al gioco con la produzione di un vino completamente naturale, togliendo man mano solforosa e filtrando sempre meno i vini, pur mantenendo un buono standard qualitativo, per vini fini ed eleganti, che hanno un gran cuore, perchè di pietra hanno solo il nome.

Scheda tecnica
Scheda tecnica
Paese Italia
Regione Veneto
Zona di produzione Rosso Veronese IGT
produttore Terra di Pietra
Vitigni 50% Corvina, 20%, Corvinone, 20%, Rondinella, 10% Molinara.
Annata 2018
Gradazione Alcolica 11.5%
Stile del Vino Leggero e fresco
Affinamento Affinamento in Cemento
Dosaggio Secco
Formato Bottiglia 0,75 L
Filosofia Biodinamici
Abbinamenti Affettati e Salumi, Antipasti, Carni Bianche, Carni in Umido, Carni Rosse, Formaggi freschi, Formaggi stagionati, Primi piatti, Risotti, Selvaggina, Verdura, Zuppe e Minestre
Recensioni
Scrivi la tua recensione
La tua recensione: Piccola Peste 2018 - Terre di Pietra
Come consideri questo prodotto? *
  1 stella 2 stelle 3 stelle 4 stelle 5 stelle
Price
Vini della stessa Cantina