Porta del Vento

Porta del Vento

Porta del Vento prende il nome dalla vallata sulle colline del territorio di Camporeale in provincia di Palermo, a circa seicento metri di altitudine, nella zona dell’Alcamo doc e del Monreale doc. Gestista da Marco Sferlazzo, farmacista, conta circa diciotto ettari di cui quattordici impiantati a vigneto su terreni sabbiosi su una crosta di roccia arenaia. I vigneti sono allevati principalmente ad alberello e hanno un'eta media di quarantadue anni, esposti a nord seguendo le forti pendenze del terreno scosceso. Il luogo è particolarmente ventoso con forti escursioni termiche che permette di ottenere dei vni carichi di profumi. Marco segue la coltivazione  biologica e si usano preparati biodinamici. Il terreno viene coltivato senza alcun uso di prodotti di sintesi, cercando di comprendere e mantenere l’equilibrio delle erbe spontanee, accrescendo la biodiversità. La resa è bassa , circa quaranta quintali per ettaro. La vendemmia viene fatta a mano, l’uva appena raccolta in cassette, giunge nella cantina dell’azienda, dove avviene la fermentazione. La filosofia di Marco è quella di lasciare che la natura faccia il suo corso e che, armonia ed energia delle piante siano trasmesse dai grappoli al vino, esprimendo completamente il territorio a cui appartengono.

5 oggetto(i)

per pagina

5 oggetto(i)

per pagina