Jérome Balmet

Jérome Balmet

Jérome Balmet cresce a Beaujolais e sin da bambino è esposto alla vigna e al vino, soprattutto grazie al papà che possiede un piccolo appezzento di Gamay da cui produce poche bottiglie, per hobby e consumo privato. Jerome impara molto da suo padre ma si appassiona e si specializza prima da Mathieu Lapierre e poi da Jean-Claude Lapalu, entrambi entusiasti del vino naturale volentierosi di condividerne l’esperienza pratica e filosofica.   Dal 2012 Jérome affitta una vigna di Gamay estesa su poco più di un ettaro, a Vaux-en-Beaujolais, che vinifica nella cantina di Cyrille Vuillod (La Dernière Goutte) utilizzando un uovo di cemento sia per la fermentazione sia per l’affinamento. Prima di fare il produttore Jerome ha studiato arti marziali in Cina oltre a dedicarsi allo yoga e alla meditazione in Tailandia. Sarà forse per questo che i suoi vini, come lui, si esprimono in totale libertà con fare gentile e un po’ spirituale.

2 oggetto(i)

per pagina

2 oggetto(i)

per pagina