Istvan Bencze

Istvan Bencze

La cantina di István Bencze si trova sulle pendici vulcaniche di Hegymagas con vista del lago Balaton. Un luogo splendido, dove la mineralità del suolo vulcanico si trasferisce ai vini e, come dice Istvan il suo obiettivo è quello di produrre vini naturali per mostrare al meglio il territorio, cercando di concentrarci sull'esplorazione dei vitigni ungheresi tradizionali e coltivare ciò che è dato dalla natura. Fin da quando era bambino, Istvan, ha avuto un forte legame con la vita di campagna. Aiutava sua nonna a fare qualsiasi cosa nel suo orto vicino a Debrecen, dove c'erano anche 4 o 5 filari di viti che ogni anno raccoglievano per fare un po 'di vino. Successivamente Istvan, prese una laurea in informativa e fondò una società IT, che prosperava e cresceva, e lo portava a lavorare abitualmente dalle 12 alle 14 ore al giorno. All'età di circa 30 anni, dopo un viaggio in Italia che lo portò a conoscere il buono vino e il buon cibo, decise di abbandonare la sua attività e dedicarsi completamente alla produzione di vino. Compra un piccolo vigneto di 0,3 ettari, dove erano allevate varietà diverse e, fin da subito punta alla produzione di vini naturali perché si era reso conto che non gli piacevano i vini convenzionali e standardizzati presenti sul mercato. La sua prima annata è il 2012 dove produce due vini, un Riesling e un altro bianco con le altre varietà. Oggi tenuta è composta da tre vigneti molto diversi, situati sul lato sud di Szent György-hegy, per un totale di 20 ettari. Possiamo trovare vitigni di Pinot Nero, Pinot Bianco, Cabernet Sauvignon, Piros bakator, Kék bakator, Furmint, Hárslevelű, Rhein riesling e Kéknyelű. Istvan è l'unico a coltivare biodinamica nella zona, ma altri produttori, vedendo le viti sani di Istvan, stanno pensando di convertirsi. I suoi vini oggi sono conosciuti in tutto il mondo, vini complessi, di personalità e dove di può sentire il terroir.

2 oggetto(i)

per pagina

2 oggetto(i)

per pagina