Podere Casaccia

Podere Casaccia

Podere Casaccia si trova sulle colline di Scandicci, in provincia di Firenze, immersa in 12 ettari di bosco, ulivi e vigne. Il podere è stato acquistato nel 1999 da Roberto Moretti. All’inizio della sua avventura non c’era in lui la convinzione di produrre vino ma solo la passione per la terra e la natura che gli era stata trasmessa dai genitori. Col tempo Roberto si accorge che la passione che ha verso il vino e il buon bere, lo spinge a tentare di produrne uno che rispecchiasse il suo carattere energico, e la terra da dove nasce. Roberto studia e in poco tempo abbraccia la filosofia biodinamica, l’unica che gli potesse permettere di unire la tradizione dei suoi posti con le migliori pratiche produttive agricole che abbiano il massimo rispetto dell’ambiente. Il suo obiettivo è quello di ottenere uve di elevata qualità, derivanti dal miglioramento della struttura del terreno da cui la pianta trae nutrimento assieme alla luce e agli altri elementi, in piena armonia con tutta la natura circostante. Oggi Podere Casaccia ha viti con un’ età media che vanno dai 40 ai 50 anni, costituite da vecchi cloni di Sangiovese, Canaiolo, Giacchè, Malvasia Nera, Trebbiano e Malvasia Bianca. Roberto si occupa in prima persona di tutte le fasi produttive, dalla potatura alla concimazione che avviene tramite l’utilizzo di leguminose, crocifere e preparati biodinamici. Per la cura della vigna utilizza solamente piccoli quantitativi di rame e di zolfo. Vendemmia esclusivamente manuale e in cantina la vinificazione avviene spontaneamente con i soli lieviti indigeni. Prima dell’imbottigliamento il vino non viene chiarificato né filtrato. I vini prodotti da Podere Casaccia sono; l’ Aliter, ottenuto da un blend di Sangiovese, Canaiolo e Malvasia Nera, il Priscus prodotto solo con Sangiovese, il Sinefelle Riserva ottenuto dalle stesse uve dell’Aliter. Conclude la gamma il Sinefelle Rosato a base Sangiovese e l’unico bianco, il Sinefelle Bianco ottenuto attraverso un blend di Malvasia, Trebbiano, e Vermentino. La voglia di scoperta di Roberto lo ha portato all’impianto di vitigni autoctoni come il Pugnitello e il Foglia Tonda da cui nasceranno vini in purezza. L’intento di Podere Casaccia è quello di produrre un vino di qualità che sia specchio del territorio e dell’umo che lo fa.

2 oggetto(i)

per pagina

2 oggetto(i)

per pagina