Pierfrancesco Gatto

Pierfrancesco Gatto

L’azienda di Gatto Pierfrancesco è stata fondata agli inizi del 900, e si trova a Castagnole Monferrato, in provincia di Asti. Un territorio collinare con inverni freddi ed estati calde, mitigato da una continua esposizione al sole che permette una perfetta maturazione delle uve qui prodotte: Barbera, Grignolino e Ruchè. Quest’ultimo è stato importato in queste zone nel medioevo dai monaci cistercensi che provenivano dalla Borgogna. Il Ruchè era il vino della festa e delle occasioni solenni, il vino che negli infernotti occupava le nicchie più nascoste, atte a conservare con cura liturgica questo vino, prezioso come una reliquia. Vitigno quasi scomparso è stato riscoperto da don Giacomo Cauda, considerato il padre del Ruchè. Pierfancesco grazie al suo incontro con don Giacomo Cauda si innamora del Ruchè e oggi coltiva 3 ettari di questo vitigno a cui si aggiungono altri 17 tra i comuni di fra Montemagno, Viarigi, Refrancore e Castagnole Monferrato allevati a Barbera e Grignolino. I vigneti sono posti su terreni di origine tufacea, ricchi di sabbia con un’esposizione a sud-ovest che permette un’ottima maturazione e salubrità delle uve. Pierfrancesco Gatto cerca di intervenire il meno possibile sia in vigna che in cantina in modo che il suo vino sia il più naturale e specchio fedele del terroir. 80000 le bottiglie prodotte.

1 oggetto(i)

per pagina

1 oggetto(i)

per pagina