Philippe Jambon

Philippe Jambon

Philippe Jambon , ex sommelier, ha iniziato a produrre vino nel 1997, e poco dopo è diventato una figura di culto del vino naturale grazie alla sua forte determinazione a lavorare “zero zero” sia nei vigneti sia in cantina dove, sin dall’inzio, ha escuso completamente l’utilizzo di solfiti. Le vigne di Philippe e Catherine si estendono su 4 ettari sparsi intorno al villaggio di Chasselas, dipartimento della Saône-et-Loire nella regione della Bourgogne-Franche-Comté. Al confine tra Nord Beaujolais – terri - torio da gamay su suoli granitici e sabbiosi – e Sud Mâconnais – territorio da chardonnay su argille e calcari – Philippe produce rossi e bianchi (po - chi) in maniera rigorosamente artigianale sulla base di un unico requi - sito: uve sane e mature . La maturità fenolica e fisiologica è essenziale per vinificare grappoli interi, lavorare con lunghe macerazioni e lunghissimi affinamenti (in cantina riposano ancora gamay del 2011 e Chardonnay del 2006). Lo stile dei vini, tradizionale e senza compromessi, non è coerente con gli stan - dard convenzionali dell’AOC e di conseguenza tutte le annate vengono declassate a semplici Vin de France. Vini che vincono il tempo, polposi, segnati da una specificità autentica , a volte selvaggia, che non può che appassionare chi ama la natura in tutte le sue forme

1 oggetto(i)

per pagina

1 oggetto(i)

per pagina