Ökologisches Weingut Schmitt

Attenti a quei due, è facile innamorarsi. Cantina con 230 anni di storia ora condotta da Bianka e Daniel, coppia nella vita e nel lavoro che conduce 16 ettari di vigna da una decina d’anni. Bianka è ungherese, Daniel è tedesco. Si sono conosciuti nel 2012 quando lei faceva la cantiniera nella cantina della famiglia di lui. Insieme hanno rilevato l'azienda e stanno producendo ottimi vini naturali senza aggiunte. Fondamentali sono stati gli insegnamenti di Patrick Meyer, leggendario vigneron alsaziano, che hanno permesso di metabolizzare e praticare una biodinamica seria (certificata Demeter dal 2012, insieme a sole altre 80 cantine tedesche). Il denominatore comune dei vini è una sperimentazione continua affiancata da minime manipolazioni e imbottigliamenti senza filtrazioni e dosi bassissime di solforosa aggiunta solo quando necessario. A fare il resto, la Rheinhessen: la più grande regione vinicola della Germania è solitamente associata alla produzione di massa ma negli ultimi anni la reputazione della regione ha iniziato a cambiare grazie ad una nuova generazione di giovani viticoltori di talento che lavorano in biologico nel vigneto, riducendo i raccolti e valorizzando l'eccellente e sottovalutato terroir che possiedono. I vigneti sono distribuiti in vari appezzamenti a Flörsheim-Dalsheim, Monsheim e Kriegsheim.

4 oggetto(i)

per pagina

4 oggetto(i)

per pagina