Nanni Copè

Nanni Copè

Nanni Copé è una bellissima realtà che si trova a Castel Campagnano, un piccolo borgo del casertano. Nasce dalla passione enologica del giornalista Giovanni Ascione, che dopo avere viaggiato per anni in tutta Italia per raccontare il vino, decide di produrre lui stesso un vino che rispecchiasse il terroir e parlasse la lingua del vitigno di provenienza. Decide di fermarsi in questa bellissima e incontaminata zona della Campania dove i vigneti sono intervallati da macchie di bosco, il mare è a solo a trenta chilometri di distanza e il Massiccio del Taburno si può toccare con mano. Giovanni produce un solo vino, il Sabbie di Sopra il Bosco, una vera e propria perla enologica prodotta in quantità estremamente limitate, in media 7.500 bottiglie l’anno. La prima annata è il 2008, ma è con il 2009 che conquista tutti gli appassionati e raggiunge i più alti voti in tutte le guide di vini. Il Sabbie di Sopra il Bosco nasce da uve di Pallagrello Nero, un vitigno autoctono della zona che matura tardivamente ed ha una buccia spessa con tannini finissimi, di Aglianico, che da al vino corpo e struttura, e infine di Casavecchia, le cui uve provengono da vecchi vigneti centenari a piede franco. I vigneti si trovano su ripidi pendii che a volte raggiungono anche il 25% di pendenza e su terreni caratterizzati da un’elevata sabbiosità che dona vini molto fini. Tutte le attività, dalla vigna alla cantina vengono effettuate in maniera scrupolosa. Nel vigneto si cerca di limitare al minimo possibile gli interventi, eliminando del tutto diserbanti e insetticidi. La vendemmia è svolta manualmente filare per filare, in base alla maturazione del grappolo, in un arco di tempo che va da fine settembre a metà ottobre. Il Sabbie di Sopra il Bosco è un vino fine ed elegante che è facile trovare nei ristoranti più prestigiosi del mondo

1 oggetto(i)

per pagina

1 oggetto(i)

per pagina