Michele Perillo

Michele Perillo

La cantina di Michele Perillo si trova a Castelfranci, in provincia di Avellino. L’inizio della coltivazione della vite, la si deve a suo nonno, Michele, che piantò delle barbatelle di Aglianico nella zona di Baiano e attorno a casa sua per uso personale. Michele all’inizio non ne voleva sapere di fare la vita dell’agricoltore, e come molti giovani negli anni 70, scelse di andare a lavorare alla Ferrero. Solo dopo alcuni anni si rese conto che la vita sedentaria non era fatta per lui. Dette le dimissioni e torno a trascorrere le sue giornate, insieme alla moglie Annamaria, nelle sue vigne. All’inizio produce vino da vendere sfuso, solo nel 1999 abbiamo la prima vendemmia imbottigliata. Le vecchie vigne di Aglianico, alcune delle quali raggiungono il secolo di età, si trovano in diversi comuni e , conseguentemente ritroviamo terreni diversi; a Montemarano sono argillosi, a Contrada Valle è tufaceo. La conduzione dei vigneti è biologica, cercando di usare sono i trattamenti essenziali senza nessun concime. In cantina, fermentazioni spontanee, lieviti indigeni e affinamenti in botte. Michele Perillo alleva qualche filare di Coda di Volpe, vitigno a bacca bianca tipico della zona. I vini di Perillo sono vini di grande classicità e, il grande lavoro in vigna unito al rigore produttivo ne fanno un punto di riferimento per tutti gli appassionati.

2 oggetto(i)

per pagina

2 oggetto(i)

per pagina