Michel Guignier

Michel Guignier

La cantina di Michel Guignier si trova a Villié Morgon, nel cuore della denominazione AOC Morgon nel Beaujolais. La denominazione Morgon è caratterizzata da terreni di granito decomposto e scisti friabili definiti a livello regionale come "roccia marcia". Con lui si è giunti alla quarta generazioni di vignaioli e fa parte della famosa "banda dei quattro", ovvero Marcel Lapierre, Jean Foillard, Guy Breton e Jean-Paul Thévenet, riunitisi in opposizione al "vino industriale" nel Beaujolais, che seguono un approccio che limita al massimo gli interventi in vigna e in cantina, con lo scopo di produrre vini autentici e naturali. Dinamico e convincente esponente di una viticoltura che rifiuta la standardizzazione, Michel Guignier concentra le sue energie sulla coltivazione del gamay, varietà alla base di tutte le sue etichette, regalando, ai veri appassionati, vini plasmati nel carattere, principalmente, in vigna, segnati dall'andamento climatico dell'annata e assecondati dalle mani del vigneron. Michel ha una serie di vigneti nei dintorni di Vauxrenard e altri in Fleurie e Moulin a Vent. La Bonne Pioche è un delizioso vigneto di 7 ettari vicino a Vauxrenard con viti di trent'anni. Altri 4 ettari li ha a Fleurie e Moulin a Vent, dove le viti hanno più di 75 anni. Possiede un cavallo da lavoro chiamato Bistere che pascola tra i vigneti mangiando l'erba che cresce sotto le viti e tra le file, in modo da aggiungere fertilizzante naturale ai vigneti. Durante la vendemmia le uve vengono raccolte interamente a mano e la rigorosa selezione viene effettuata sia in vigna che in cantina prima che le uve vadano in vasche di cemento per la vinificazione. Tutte le sue uve vengono fatte fermentare in vasche di cemento seguendo una tradizionale vinificazione detta “alla Beaujolaise” senza diraspatura e con solo lieviti indigeni. I vini vengono macerati per 6-7 giorni per il Beaujolais e fino a 14-15 giorni per i suoi migliori Morgon.

1 oggetto(i)

per pagina

1 oggetto(i)

per pagina