Kindeli

Kindeli

Kindeli si trova a Nelson, una città di piccole dimensioni situata all'estremità settentrionale dell'Isola del Sud della Nuova Zelanda. Kindeli è il progetto di Alex Craighead, giovane enologo che dopo avere lavorato per diverse aziende come consulente, decise nel 2014 con la sua partner Josefina Venturino di fondare la propria cantina per produrre vini con un approccio totalmente naturale, e da allora il viaggio è stato incredibile. I vigneti si trovano a Clay Serie Moutere e sono piantati a Sauvignon Blanc, Riesling, Pinot Grigio, Gewurztraminer, Chardonnay, Pinot Noir e Syrah. Le vigne vedono solo l’uso di zolfo, alghe, guano di pipistrello, rame, e tra i filari spuntano erbe come il trifoglio che aiuta a ripristinare l'azoto nel terreno. In primavera, prima dell'invaiatura, il vicino lascia il suo gregge di pecore nella vigna, che brucano l'erba e mangiano tutte le foglie che si trovano intorno ai giovani grappoli d'uva, quest’ultimi non appetibili dalle pecore perché a questo stato sono estremamente acide e basse di zuccheri. In cantina Alex è molto pignolo per la pulizia, e non permette di portare oggetti esterni per paura che possano trasmettere microorganismi dannosi che potrebbero infestare la cantina. Le vinificazioni sono spontanee e gli affinamenti avvengono in una combinazione di serbatoi in acciaio inox, barrique di rovere, vasche in polietilene e anfora. I vini vengono imbottigliati esclusivamente per gravità, usando un congegno arcaico, e vengono tappati a mano. Nel 2017 si è convertito ai tappi Noma, realizzati con pezzi di canna da zucchero riciclati, che non possono essere infettati con TCA. Non aggiunge SO2 ai vini e non vengono filtrati. I vini Kindeli offrono carattere, freschezza e grande bevibilità.

5 oggetto(i)

per pagina

5 oggetto(i)

per pagina