Jakob Tennstedt

Jakob Tennstedt

La storia personale di Jakob è di quelle che vanno raccontate, davanti ad un buon bicchiere di vino. Nativo di Berlino, ha lavorato in diverse aziende agricole sparse per l'Europa: Austria, Italia, Francia e infine Mosella, dove ha trovato l'equilibrio ideale per realizzare la sua idea di vino. Che entra nella storia della Mosella e la ridefinisce da dentro, con vini sorprendenti, allo stesso tempo sussurrati e potenti. Nella Kautenbachtal, una piccola valle laterale della Mosella nell'Hunsrück, ha trovato dei vigneti che si trovano su pendii ripidi che sono stati in gran parte abbandonati negli anni '80 perché le macchine non possono essere utilizzate ovunque a causa della pendenza. Le vigne hanno un'età compresa tra i 50 ei 100 anni e si trovano sulla tipica ardesia grigia. In cantina, l'uva perfettamente matura viene lavorata con il minimo degli interventi necessari per favorire la realizzazione di vini complessi e con una lunga vita davanti. Pressatura lunga e soffice delle uve intere, eventualmente un po 'di macerazione, breve sedimentazione e affinamento in vecchie botti di legno. Nessuna filtrazione, nessuna chiarifica, niente zolfo. "Il resto del percorso è fatto dal vino, se è buono", dice Jakob.

1 oggetto(i)

per pagina

1 oggetto(i)

per pagina