Haridimos Hatzidakis

Haridimos Hatzidakis

La Cantina di Haridimos Hatzidakis si trova trova nel villaggio di Pyrgos Kallistis nella zona centrale dell’isola di Santorini. Haridimos Hatzidakis dopo gli studi di Agronomia ed Enologia ad Atene, e un’ esperienza professionale per Boutari, una delle più grandi aziende vitivinicole elleniche, nel 1996 reimpianta un piccolo vigneto di Aidani, una varietà autoctona di Santorini, abbandonato dal 1956, a causa del terremoto a Santorini. L’isola di Santorini è caratterizzata da suolo vulcanico, da forti venti, da rare precipitazioni, e da estati calde e secche che costringono la vite impiantata a piede franco, ad adattarsi a condizioni estreme e a sopravvivere grazie alla tipica coltivazione a canestro, che la ripara dal vento Nel 1997, da una piccola grotta tradizionale esistente, Haridimos Hatzidakis, ricava la sua cantina o "Kanava", che è il nome tradizionale delle cantine di Santorini. Le prime bottiglie di vino escono nel maggio del 1999, con il "Santorini", raccolto nel 1998 e il Rosso "Mavrotragano", annata 1997. Oggi, Haridimos Hatzidakis coltivia circa 10 ettari di vigneti, che si trovano nei villaggi di Pyrgos Kallistis, Megalochori, Emporio e Akrotiri, situati ad un'altitudine da 70 a 350 m.s.lm., con orientamento prevalentemente sud o sud-est e con le varietà bianche di Assyrtiko, Aidani e la varietà rossa Mavrotragano. Haridimos Hatzidakis ha scelto di non utilizzare prodotti di sintesi, ma solo piccole percentuali di zolfo, concimi organici e tanto lavoro manuale. In cantina si effettuano meno interventi possibili, con fermentazioni spontanee , chiarifiche statiche, affinamenti sulle fecce fini, e gli imbottigliamenti avvengono con filtrazioni blande o addirittura senza. Inoltre, l'uso dei solfiti è sempre più contenuto.

4 oggetto(i)

per pagina

4 oggetto(i)

per pagina