Enò-trio

Enò-trio

Enotrio si trova a Randazzo, lungo il versante nord dell’Etna. L’azienda è portata avanti da Nunzio con l’aiuto delle due figlie Stefany e Désirée, che insieme si definisco agricoltori, artigiani, e vignaioli. Possiedono 3 ettari di vigneti che si trovano alle pendici dell’Etna disseminati nel territorio che va da Randazzo a Bronte passando per Maletto. Coltivano principalmente i vitigni autoctoni della zona come il Nerello mascalese e il Carricante ma a livello sperimentale hanno piantato delle piante di Pinot Nero, di Traminer Aromatico, di Moscato Petit Grain, dello Chardonnay e del Merlot. I vigneti sono coltivati secondo tempi e modi assolutamente naturali, legati alle fasi lunari e ai piccoli segreti che la nonna di nunzio nel corso di 40 anni gli ha insegnato. La raccolta delle uve è manuale e selezionata. In cantina, per la fermentazione si usano solo lieviti indigeni che avviene in tini di acciaio o mastelli di legno. Per i vini rossi gli affinamenti, che durano dai 12 ai 24 mesi, avvengono in botti di rovere tra barriques e tonneaux di secondo e terzo passaggio. I bianchi affinano in acciaio da uno a due anni. Tutti i vini di Enotrio non vengono stabilizzati, nè filtrati, nè chiarificati. Oltre ai classici vini dell’Etna, da segnalare “Francesco”, un meraviglioso vino passito da uve Traminer e “Il vino di Marco”, un orange wine siciliano ottenuto da uve di Moscato che fanno macerazione sulle bucce di traminer secco e su quelle, sempre di Traminer, della vendemmia tardiva. I vini di Enotrio rispecchiano il vitigno, il territorio, il terreno, il clima da dove provengono le uve e proprio per questo sono diversi da anno in anno.

6 oggetto(i)

per pagina

6 oggetto(i)

per pagina