DO.T.E.

DO.T.E.

DO.T.E. è il progetto di Filippo Calabresi, già proprietario della Tenimenti d’Alessandro, azienda che insieme a Stefano Amerighi, rappresenta la nascita della denominazione e di tutto quello che è successo negli anni successivi con il Syrah in Italia. DO.T.E. significa Down to Earth, un ritorno alla terra, dove il termine “Down” indica un ideale movimento per avvicinarsi a toccare la terra. Nei 37 ettari di vigneti della Tenimenti d’Alessandro, Filippo è riuscito a ritagliarsi un appezzamento a terrazze di circa 2 ettari da cui produrre dei vini capaci di raccontare con spontaneità la loro ragion d’essere, al di là di protocolli e disciplinari di produzione. Le uve sono coltivate senza alcun impiego di sostanze chimiche, e le vinificazioni avvengono in totale assenza di prodotti chimici ed enologici, solfiti compresi. I vini rossi affinano in vasche di cemento per avere vini sapidi, divertenti, aromatici e croccanti, oppure in legni stanchi e terracotta, per sperimentazioni più tradizionali al fine di perseguire risultati più austeri, minuziosi, ragionati, mentre i bianchi fanno macerazione sulle bucce per 7-15 giorni, e affinano circa 18 mesi in damigiane di vetro e/o vecchie barriques, prima di essere imbottigliato con le lune vecchie d’autunno o primavera. Ogni bottiglia di DO.T.E. è la risultante voluta di un percorso a sé determinato, eventuali difformità sono da considerarsi deviazioni parallele che procedono nella stessa direzione del percorso intrapreso.

2 oggetto(i)

per pagina

2 oggetto(i)

per pagina