Cascina Ebreo

Cascina Ebreo

Peter Weimer e Romy Gygax, lui della parte franconica della Germania e lei sul lato del paese vicino a Zurigo, innamorati dei paesaggi Toscani decisero di lasciare i loro lavori di informatico e di banchiere per dedicarsi alla produzione di vino. Seguendo il consiglio di alcuni amici comprarono nel 1991 non in Toscana ma nelle Langhe, e precisamente una proprietà chiamata Cascina Ebreo sulla collina di Ravero sopra Barolo. Due anni dopo con cani, gatti e cavalli si trasferirono definitivamente nelle langhe e iniziarono subito i lavori di ristrutturazione della cascina e di rimpianto dei vigneti per arrivare a 1,1 ettari coltivati a nebbiolo, 0,6 a Barbera e poco frequentemente per la zona 0,4 di Sauvignon Blanc. Nel 1996 con la loro prima vendemmia esce in commercio la Barbera dal nome di Segreto, mentre nel 1997 è la volta del Torbido prodotto con uve Nebbiolo. Il Torbido fu presentato al pannel di degustazione per l’ottenimento della DOCG. I commissari giudicarono il Torbido un ottimo vino ma troppo velato per l’ottenimento della DCOG, da qui il nome del vino. Cascina Ebreo è interamente biologica con alcune pratiche biodinamiche. In vigna vengono usati solo fertilizzanti organici e tutti i vini di Peter e Romy sono fermentanti con i soli lieviti indigeni e imbottigliati senza filtrazioni. Anche i tappi di sughero sono originari della Sardegna e non sono trattati. 3 grandissimi vini difficili da trovare ma a New York e negli States è in carta nei migliori ristoranti.

4 oggetto(i)

per pagina

4 oggetto(i)

per pagina