Ca del Conte

Ca del Conte

Il nuovo progetto dell’Azienda Agricola Ca’ del Conte nasce nel 2003 dalla volontà di Paolo e Martina Macconi. Si trovano immersi nelle belle colline dell’Oltrepo Pavese in Località Case del Conte nel Comune di Rivanazzano Terme, a due passi dai Colli Tortonesi. L’azienda si estende per circa 20 ha di cui 16 sono vitati ed il resto comprende boschi, alberi da frutto e un orto. I vigneti si trovano in media collina su terreni originatisi nel periodo Messiniano-Tortoniano e sono composti da una formazione marnosa, più argillosa in superficie e arenaceosabbiosa in profondità e sono caratterizzati da infiltrazioni sulfuree. Curano le viti con il metodo biologico, e per questo le vigne sono sempre inerbite e sono coltivate senza l’uso di erbicidi, di pesticidi chimici di sintesi ne insetticidi. L’inerbimento è gestito con sfalci periodici e saltuarie lavorazioni del terreno attorno ai ceppi. L'obiettivo è di rendere le viti più forti e sane dagli attacchi delle patologie, in modo tale da ridurre gli interventi di rame e zolfo al minimo. Durante il ciclo vegetativo intervengono con operazioni di potatura verde, selezionando manualmente i germogli, spollonando e cimando le viti in caso di necessità.Coltivano viti di pinot nero, chardonnay, pinot grigio e riesling italico di 35‐40 anni con impianto Geneva Double Courtain; in impianti più recenti hanno dato vita ad un progetto che prevede la coltivazione di pinot bianco e timorasso. Il loro vino è la diretta espressione dell’uva e dell’annata, senza rielaborazioni, correzioni con sostanze chimiche di sintesi, rispettando i tempi della natura. Lasciano che l’uva raggiunga la piena maturità fisiologica e raccolgomo manualmente i grappoli in piccole cassette. Al mosto non aggiungono anidride solforosa, né altri additivi e lasciano che la fermentazione si compia con i lieviti naturalmente presenti sull’uva. I vini sono prodotti senza l’aggiunta di coadiuvanti enologici, senza nessun processo di filtrazione meccanica in vinificazione e in imbottigliamento.

2 oggetto(i)

per pagina

2 oggetto(i)

per pagina