Bodegas Bernabeleva

Bodegas Bernabeleva

Bernabeleva significa letteralmente la via dell'orso, proprio perchè nei boschi della zona si possono trovare antiche sculture di granito che raffigurano gli orsi. La sua storia inizia nel 1923, quando il dottor Vicente Álvarez-Villamil acquistò la fattoria "Bernabeleva", a San Martín de Valdeiglesias, nella regione di Madrid, ai piedi del Cerro de Guisando. Il paese di San Martín de Valdeiglesias nasce nel xii secolo ad opera dei monaci del monastero cirstercensi. All' epoca vennero impiantati 35 ettari di vigneto con varietà come la Garnacha, l'Albillo e il Moscatel. Per due generazioni l'azeinda fù abbandonata finchè nel 2006 i nipoti del dottor Vicente Álvarez-Villamil decisero di far rivivere l'azienda chiamando Raul-Perez, uno degli enologi più famosi di Spagna. Oggi Bernabeleva lavora i vigneti con rispetto e in equilibrio con la natura, i trattamenti, vengono effettuati solo se necessario con zolfo e polvere di rame, e tutti i lavori seguono i cicli lunari. In cantina cerca di mantenere le virtù della materia prima che offre la vigna.Vinifica le uve di ogni appezzamento separatamente in botti di legno di diversa capacità, le macerazioni sono superiori a 30 giorni in tutti i rossi, prima di passare i vini in botti di rovere francese di diversi volumi, dove rimangono il tempo di cui ognuno di loro ha bisogno. I vini di Bernabeleva esprimono tutte le caratteristiche dell'ambiente in cui si trovano.

1 oggetto(i)

per pagina

1 oggetto(i)

per pagina