Azienda agricola Barbacarlo

Azienda agricola Barbacarlo

Lino Maga è una leggenda dell’Oltrepò, e il suo nome e indissolubilmente legato a quello del Barbacarlo. La cantina è stata fondata nel 1896 dagli antenati di Lino, e chiamarono una collina dove avevano i vigneti, Barbacarlo, dedicandola a un vecchio zio chiamato Carlo, infatti in dialetto pavese “barba” significa zio Carlo. Questo vino rosso è ottenuto dall’assemblaggio di Croatina, Uva Rara e Ughetta, tipiche uve dell’Oltrepò pavese, che vengono vinificate in vecchie botti di rovere, senza controllo di temperatura. La maturazione avviene in bottiglia, e se la fermentazione non è stata completamente svolta in botte, porterà con sé un leggero residuo zuccherino che conferirà una natura carbonica che lo renderà carezzevole e diverso di anno in anno. Oggi Lino coltiva 17 ettari di vigneti composti da vecchie vigne centenarie che poggiano su terreni tufacei-sassosi, coltivati senza l’uso di concimi chimici e diserbanti, avvalendosi solamente di un po’ di zolfo. Lino Maga ha combattuto a lungo contro la burocrazia per avere il monopolio del marchio Barbacarlo, che in passato era sfruttato anche dai coltivatori adiacenti, ma che producevano un vino totalmente diverso dal suo. Dopo quasi 30anni di lotte a colpi di carte bollate, finalmente nel 2014 riesce ad ottenere dal Consiglio di Stato la sentenza definitiva, che riconosce alla famiglia Maga il diritto esclusivo di utilizzare la sottodenominazione Barbacarlo in etichetta. Lino Maga produce anche il Montebuono, altro cru ottenuto da uve di croatina, uva rara e barbera. Racconta la tradizione che fu assaggiato anche da Napoleone Bonaparte dopo la vittoriosa battaglia di Marengo.

1 oggetto(i)

per pagina

1 oggetto(i)

per pagina