Juiell 2018 - Camerlengo

Juiell è un vino rosato altamente gastronomico ottenuto da uve di Aglianico. Si presenta di colore rosa corallo intenso. Al naso i profumi sono intensi di frutta a bacca rossa con note floreali e speziate. Al palato è di una beva travolgente, di medio corpo, di buona frescehzza e mineralità.


Regione: Basilicata.


Vitigno: Aglianico


Gradazione alcolica: 13,5%.


Affinamento: Alcuni mesi in botti di castagno.

Disponibilità: Disponibile

22,90 €

SOCIAL SHARING

Descrizione
Dettagli

Juiell - Camerlengo

Juiell è uno splendido vino rosato ottenuto da uve di Aglianico. Le uve provengono dal vigneto sito in Rapolla in Contrada Toppo d'Avuzzo, dove troviamo viti di 30 anni site a 400 metri d'altitudine su suolo di matrice vulcanica, con resa attorno ai 60 quintali per ettaro. Antonio Cascarano vendemmia manualmente e in cantina torchia le uve e le fa fermentare senza bucce in vecchie barrique. Affina in botte di castagno. Juiell è di colore rosa corallo intenso. Al naso i profumi sono intensi di frutta a bacca rossa con note floreali e speziate. Al palato è di una beva travolgente, di medio corpo, di buona frescehzza e mineralità.

Servizio

Degustiamo juiell ad una temperatura di 12/14° in calici tulipano. Vino da bersi subito ma lasciato qualche anno in cantina può regalare grandi emozioni.

Abbinamento

Si sposa perfettamente con primi di verdure, secondi di pesce, formaggi semistagionati, da provare con un piatto di pescespada al sugo. 

Cantina: Camerlengo

Camerlengo è una bellissima realtà che si trova a Rampolla, in provincia di Potenza. Il nome della cantina è preso dal titolo del Cardinale che amministra la Camera Apostolica e si prende cura dei beni temporali della Santa Sede. Camerlengo è il sogno trasformato in realtà di Antonio Cascarano, di professione architetto in Roma, che spinto dalla sua passione ha deciso di diventare un piccolo imprenditore di vino di alta qualità. Antonio ha iniziato a ristrutturare la vecchia cantina e a prendersi cura dei vecchi vigneti di Aglianico ereditati dal nonno, che già dal 1900 produceva vino e olio. I cinque ettari di vigneti, a conduzione biologica, si trovano sui terreni tufacei ricchi di potassio e silicio del Monte Vulture, il vulcano spento della Basilicata, in mezzo a castagni e ulivi. Per la ristrutturazione della cantina ha utilizzato il coccio pesto, un materiale utilizzato dai Romani. Fermentazioni spontanee, lieviti indigeni e affinamenti in botti di legno, questa è la filosofia di Antonio per la produzione dei suoi vini. Ai due vini rossi prodotti con l’Aglianico, se ne aggiunto un terzo a base di Malvasia di Rampolla che si chiama “Accamilla”, dedicata al suo bull dog, Camilla, scomparsa poco tempo fa

Scheda tecnica
Scheda tecnica
Paese Italia
Regione Basilicata
Zona di produzione Vino da Tavola
produttore Camerlengo
Vitigni Aglianico
Annata 2018
Gradazione Alcolica 13.5%
Stile del Vino Di medio corpo e profumato
Affinamento Affinamento in Botte
Dosaggio Secco
Formato Bottiglia 0,75 L
Filosofia Biologici
Abbinamenti Affettati e Salumi, Antipasti, Carni Bianche, Crudi di pesce, Formaggi stagionati, Frutti di mare, Pesce, Primi piatti, Risotti, Sushi, Zuppe e Minestre
Recensioni
Scrivi la tua recensione

Ogni utente registrato può scrivere una recensione. Per favore, accedi o registrati

Vini della stessa Cantina