ALEPA

ALEPA

L’azienda vitivinicola ALEPA è una vivace realtà artigianale che svolge la sua attività, fin dagli anni ’80, a Caiazzo in provincia di Caserta, un’area collinare di rara bellezza e ricca di biodiversità. Nei primi anni 2000 Paola Riccio prese le redini dell’azienda di famiglia e per onorare la vocazione del territorio introdusse fra i vitigni allevati il pallagrello, il vitigno autoctono dell’area caiatina, un raro biotipo che esiste sia a bacca bianca che a bacca rossa, da prima affiancandolo a quelli già coltivati e successivamente riconvertendo parte del vigneto storico. Il suo focus è oggi la coltivazione e la vinificazione del pallagrello bianco di cui propone diverse versioni; dal vigneto storico vengono prodotti falanghina, greco e cabernet sauvignon. Il sistema agricolo è da sempre attento all’esigenza di avere un impatto ambientale minimo, e negli ultimi anni si è arrivati ad eliminare completamente tutti i prodotti di sintesi e a svolgere la lotta contro i patogeni della vite con il solo uso di zolfo e rame avendo riguardo di ridurne progressivamente le quantità e senza uso di diserbanti e pesticidi; che le legature vengono fatte con materiale vegetale e si concima solo con sovescio di leguminose e letame. In cantina l’intervento enologico si limita a favorire e a coadiuvare il naturale svolgimento della fermentazione utilizzando gli accorgimenti tecnici indispensabili. Il tempo è il maggior alleato. ALEPA produce vini con tenore di solfiti residui bassissimi, quanto più integri possibile e fortemente varietali ed espressivi del territorio e del vitigno. Dalla vendemmia 2012, è iniziata la sperimentazione di vinificazioni senza solfiti aggiunti, il cui risultato è stata la nascita della linea Privo. Nella vendemmia 2016, è stata sperimentata per la prima volta la vinificazione del pallagrello bianco dopo 80 ore di macerazione con le bucce e innesco della fermentazione grazie ai lieviti indigeni con la nascita della nuova etichetta Privo l’Eretico.

1 Item(s)

per page

1 Item(s)

per page